Storia di Emma Pochintesta

DOMENICA 29 dicembre 2013 alle ore 21.22 ,con cesareo d’urgenza per distacco della placenta, nasceva la piccola Emma. È nata di 31 settimane con un peso di 1490 g e lunga 42 cm. È rimasta in TIN per 13 giorni; dopo 2 giorni è stata intubata ma x meno di 24 ore, poi Cpap a 22% ( io circa una settimana prima avevo fatto in ricovero la profilassi per la sua respirazione). È bastata la terapia farmacologica per la chiusura del dotto. In patologia neonatale è rimasta per 21 giorni e finalmente il 31 gennaio Emma ha potuto lasciare l’ospedale e venire a casa. Adesso è una piccola peste di 16 mesi anagrafici e quasi 13 corretti,inizia a camminare da sola, è una gran curiosa, dice mamma..è sempre allegra e sorridente e frequenta volentieri il nido , dove ha incontrato una sua vicina/amica di “incubatrice”.

Emozioni della mamma

Ho desiderato tanto questa piccola e ho fatto tanto per averla per cui quando ..quella domenica ho sentito come uno scoppio e visto nuovamente le macchie di sangue, il mio cuore ha avuto un grosso tonfo e la paura di non arrivare in tempo è stata tantissima. Fortunatamente ero rimasta a Pavia da mia sorella e così dopo un’ora dall’arrivo in ps è nata. Me l’hanno tirata fuori dalla pancia senza che io mi accorgessi di nulla. Ecco la nascita della mia cucciola.. quel magico momento in cui per la prima volta vedi quel frugoletto che hai gelosamente custodito e cercato di proteggere a me manca tantissimo; è un vuoto che non riesco a dimenticare e credo che solo chi lo ha vissuto possa capire.

Ho visto Emma dopo 2 giorni; indossato camice, calzari, cuffia sono entrata, quasi con timore, in questa grande stanza alla ricerca di mia figlia e poi eccola lì ..piccola, fragile ma già pronta a lottare. Ti guardi intorno e ti basta incontrare lo sguardo delle altre mamme per sentirti forte e non sola e capire che da quel momento entrerai a far parte di un’unica grande famiglia e che ogni sinolo cucciolo che si trova in quella stanza è anche il tuo.